Verso lo Sciopero Sociale e Generale del #14Novembre

scioperosocialeAssemblea pubblica umbra di student@, precari@, lavorator@ autonom@, opera@, disoccupat@, sul tema dello sciopero generale e sociale: mercoledì 29 ottobre alle 18.30 alla Consulta degli immigrati.

Attraverso questo incontro si vuole dare continuità territoriale allo Strike Meeting tenutosi a Roma tra il 12 e il 14 settembre e ai vari laboratori per lo sciopero sociale nati in seguito a quelle giornate, nei quali si é deciso di prendere una posizione forte contro il Job’s Act del governo Renzi e fare un discorso concreto su reddito e welfare del comune.

Il 14 novembre sarà la giornata dello Sciopero Sociale, uno sciopero del lavoro dipendente e del lavoro precario, di quello autonomo e della formazione, sarà uno sciopero metropolitano, meticcio, digitale e dei/dai generi.

In vista di questa giornata, ma con un’ottica di lungo periodo, vogliamo anche noi dare vita ad un laboratorio sullo sciopero sociale, come già stanno facendo in altre città (http://blog.scioperosociale.it/), per discutere e decidere in maniera intersezionale micro e macro pratiche di resistenza da mettere in atto contro la precarizzazione delle nostre vite.
Non possiamo assistere inerti di fronte all’intenzione del Governo di smantellare definitivamente il già precario sistema dei diritti e delle tutele nel mondo del lavoro! È ora di rifiutare i lavori gratuiti e umilianti, così come quelli che ci rendono precar@ e quindi ricattabil@! Vogliamo tutele, garanzie e proposte radicalmente diverse per cambiare la legislazione sul lavoro tutta spinta verso l’implementazioni delle politiche neoliberali!

Accorrete numeros@, è tempo di sciopero sociale!

Mercoledì 29/10/2014

h. 18.30

Consulta degli immigrati, via Imbriani, 2, Perugia

evento fb

Se i quadri potessero parlare… ai tempi del Jobs Act!

 

About liberetutte

Il Collettivo Femminista Sommosse Perugia nasce nel febbraio 2008 da un gruppo di donne e lesbiche che sentono sulla propria pelle la stretta familista clericale e sessista dell'ultima Italia. E' una storia di R-esistenze individuali e condivise alla violenza sistemica, verso la liberazione dei corpi e del desiderio!
This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *