Safety or Security? Quale genere di sicurezza per la mia città?

venerdì 19 marzo

ore 21,00
presso CommonsLab, via della sposa 1/e

proiezione in anteprima del video

Safety or security? Quale genere di sicurezza per la mia città?

realizzato da Roberta Pompili e Paolo Sacchetti,  nell’ambito del progetto regionale per il contrasto alla violenza di genere Mai Più Violenze con l’Associazione Tana Liberetutte/Collettivo Femminista Sommosse Perugia e in collaborazione con il Dott. Massimiliano Minelli e le studentesse e gli studenti del Dipartimento Uomo e Territorio dell’Università di Perugia, sezione antropologia.

La prima parte del video è dedicata alla “Womyn Investigation” una mappatura fotografica della città di Perugia dal punto di vista di genere, nella quale sono state coinvolte le donne del quartiere di Madonna Alta nell’ottica di decostruire il concetto di sicurezza legato al controllo sociale (security) e risignificarlo nei termini di benessere, socialità, welfare, mobilità, qualità delle relazioni (safety).

La seconda e la terza parte sono dedicate ad un lavoro laboratoriale su stereotipi di genere, relazioni e violenza di genere in due gruppi di adolescenti del perugino: “Sconfinamenti” vede protagonista un gruppo di adolescenti del quartiere Pallotta, mentre “Smile” è una co-ricerca effettuata con l’Associazione giovanile Smile di Castel del Piano, un quartiere alla periferia di Perugia.

vedi il video intero dal portale Mai più violenze

vedi “womyn investigation“: parte 1 parte 2

vedi “sconfinamenti“: parte 1parte 2

vedi smile

a seguire dibattito:
inchiesta-autoinchiesta di genere e produzione del comune

(immagine da machofreezone)

About liberetutte

Il Collettivo Femminista Sommosse Perugia nasce nel febbraio 2008 da un gruppo di donne e lesbiche che sentono sulla propria pelle la stretta familista clericale e sessista dell'ultima Italia. E' una storia di R-esistenze individuali e condivise alla violenza sistemica, verso la liberazione dei corpi e del desiderio!
This entry was posted in generale. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *