LA CITTà è UN BENE COMUNE – assemblea cittadina

Sabato 24 aprile 2010 Perugia

ASSEMBLEA CITTADINA h. 18 Palazzo dei Priori, Sala della Vaccara

LA CITTà è UN BENE COMUNE

Domenica mattina a Perugia ci siamo svegliat* con tre ragazz* arrestati ed una città molto diversa da come l’abbiamo sempre pensata e desiderata. L’ideologia della sicurezza sembra avere conquistato una completa egemonia culturale e una completa agibilità politica, tanto da giustificare forme di pervasivo e ossessivo controlloe di repressione dellavita sociale. Il securitarismo è un’ideologia chesi basa sulla costruzione sociale della paura. Mentre le statistiche rilevano nella nostra regione i più bassi tassi di criminalità registrati a livello nazionale, la stampa locale e molte forze politiche si affannano a costruire un’idea di Perugia come luogo di invivibilità e di degrado.

A questo punto pensiamo sia doveroso interrogarsi su che tipo di città vogliamo essere e costruire.

La nostra città è un luogo ricco di soggettività, di idee, di intelligenze, di esperienze, di capacità creative che possono dettare la strada verso una nuova trasformazione urbana. 

Vogliamo che questa realtà abbia voce, vogliamo costruire un modo comune e condiviso di vivere e fare città.

E’ LA CITTà A VENIRE quella che vogliamo costruire, una città che sia di tutti e di tutte.

INVITIAMO TUTT* A PARTECIPARE.

Nel corso dell’assemblea sarà proiettato il video: Safety or Security? Quale genere di sicurezza per la mia città, realizzato da Roberta Pompili e Paolo Sacchetti in collaborazione con Collettivo Femminista Sommosse Pg- Associazione ONLUS Tana Liberetutte e Dipartimento Uomo e territorio UNIPG.

 a seguire

 

Performance interattiva di Tango criminale a cura di Malotango-contre-la-merd-du-mond dalle h. 22, Piazza IV novembre

 

About liberetutte

Il Collettivo Femminista Sommosse Perugia nasce nel febbraio 2008 da un gruppo di donne e lesbiche che sentono sulla propria pelle la stretta familista clericale e sessista dell'ultima Italia. E' una storia di R-esistenze individuali e condivise alla violenza sistemica, verso la liberazione dei corpi e del desiderio!
This entry was posted in generale. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *