CONTRACCEZIONE E PROTEZIONE DA MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

I METODI CONTRACCETTIVI o ANTICONCEZIONALI sono metodi dediti ad impedire o ridurre la probabilità che si verifichi una gravidanza. In questo senso sono anche comunemente utilizzati per la pianificazione delle nascite. Ogni ragazza o donna può scegliere insieme al proprio ginecologo/a il metodo contraccettivo più adatto a lei in base a: efficacia, sicurezza, semplicità d’uso, reversibilità, comodità, accettabilità e costo.
*L’efficacia contraccettiva di ogni metodo viene misurata sulla base dell’indice di fallimento o indice Pearl, che esprime il numero di gravidanze osservate in 100 donne che usano quel metodo contraccettivo per un anno: l’efficacia di un contraccettivo è tanto maggiore quanto più l’indice di fallimento si avvicina allo zero.
 
 

I PIU’ EFFICACI : 

Condom o Preservativo è un metodo a barriera perché rappresenta una barriera meccanica che si oppone all’ingresso degli spermatozoi in vagina. Membrana di lattice o gomma che va infilata sul pene già in erezione prima del rapporto sessuale. E’ importante non usare mai lo stesso preservativo due volte, controllare il preservativo prima di indossarlo perché potrebbe essere rotto e maneggiarlo con cura perché potrebbe rokmpersi quando si indossa. Inoltre al momento dell’estrazione del pene dalla vagina a rapporto finito si faccia attenzione ad evitare che il preservativo si sfili dal pene, provocando la fuoriuscita di sperma. Può provocare reazioni allergiche e rompersi, ma offre la migliore protezione contro il contagio da malattie sessualmente trasmissibili. Spesso utilizzato insieme agli Spermicidi
per una maggiore sicurezza. E’ liberamente acquistabile senza ricetta e
visita medica in farmacia, in sexy shop, nei distributori automatici,
nei supermercati, nei consultori.
Indice di fallimento: 3-15/100* (a seconda del suo corretto utilizzo). 
 

Il preservativo femminile o Femidom è un metodo a barriera che agisce secondo lo stesso principio del preservativo maschile, ma anzichè coprire il pene fodera la vagina. E’ formato da una guaina resistente di poliuretano, lunga
17 centimetri, con un anello flessibile su entrambe le estremità. L’anello interno serve per introdurlo nella vagina e aiuta a mantenerlo al posto giusto. L’anello
esterno è morbido e rimane all’esterno della vagina durante il
rapporto. Il Femidom è già lubrificato con un prodotto a base di silicone (ma possono essere utilizzati ulteriori lubrificanti sia internamente che esternamente, sia a base acquosa che a base oleosa). Protegge vagina,
cervice e genitali esterni, rappresentando una estesa
barriera di protezione. Può essere inserito anche prima del rapporto (fino a 8 ore). Si usa una sola volta. E’ sconsigliato l’uso insieme al Condom, frizioni tra i due dispositivi potrebbero determinarne la rottura. Il materiale di cui è composto, il poliuretano, è inodore, aderente,
sottilissimo (più del lattice) e soprattutto ottimo conduttore di
calore. Per questo, permette di vivere l’eros in modo sensuale e
naturale. Inoltre non provoca reazioni allergiche. Può essere
inserito prima del momento del rapporto, quindi non interrompe
la spontaneità sessuale. Oltre ad essere un contraccettivo efficace quanto il preservativo maschile, offre protezione totale dalle malattie a trasmissione sessuale. E’ liberamente acquistabile senza ricetta e visita medica in farmacia, anche se in Italia non è molto diffuso.

 

La pillola anticoncezionale è un farmaco contraccettivo ormonale che agisce sul meccanismo che determina l’ovulazione, rilasciando piccole quantità di un estrogeno (generalmente etinilestradiolo) e di un progestinico. L’assunzione quotidiana di questi due ormoni inibisce gli eventi ormonali che inducono l’ovulazione, in modo che tutti i giorni diventino "non fecondi". Oltre a sopprimere l’ovulazione, la pillola è causa di meccanismi
contraccettivi accessori che ne aumentano la sicurezza: provoca infatti
l’ispessimento della mucosa cervicale rendendo così difficoltoso il
passaggio degli spermatozoi attraverso la cervice stessa e un assottigliamento dell’endometrio rendendo difficoltoso l’impianto di un eventuale embrione. Si può assumere dopo un controllo medico e si acquista in farmacia con la prescrizione medica.  La somministrazione è quotidiana e deve essere effettuata sempre alla stessa ora nel corso della giornata per tre settimane. Si consigliano controlli periodici. Presenta delle controindicazioni: disturbi alla coagulazione, patologie epatiche, tumori ormodipendenti, anche se questi rischi sono in riduzione con il perfezionamento e la diminuizione del dosaggio ormonale. Se assunta con regolarità e precisione è , attualmente, il metodo anticoncezionale più sicuro tra quelli reversibili. Indice di fallimento: o,2-0,8/100*
 
Il cerotto è un metodo
contraccettivo ormonale che ha lo stesso funzionamento della Pillola anticoncezionale bloccando l’attività delle ovaie e quindi l’ovulazione attraverso il rilascio di ormoni (estrogeno e progestinico). Si applicano 3 cerotti al mese, su pelle pulita e asciutta (spalla, glutei, addome, braccia) se ne cambia uno ogni settimanacambiando anche sede. Una volta applicato il cerotto rilascia gli ormoni direttamente nel circolo sistematico, saltando il primo passaggio epatico e svincolandosi da eventuali interferenze gastrointestinali. Come la pillola si può assumere dopo un controllo medico e si acquista in farmacia con
la prescrizione medica. Si consigliano controlli periodici. Presenta le stesse controindicazioni della pillola. Se utilizzato correttamente, come la pillola è un metodo anticoncezionale sicuro. Indice di fallimento: o,2-0,8/100*

 

L’anello è un metodo
contraccettivo ormonale a rilascio vaginale. Come la Pillola anticoncezionale contiene due ormoni (estrogeno e progestinico) che impediscono l’ovulazione ed aumentano la viscosità del muco cervicale, che ostacola la penetrazione dello sperma nell’utero. Consente il rilascio di ormoni direttamente all’interno della vagina, da qui gliormoni passano direttamente nel circolo sistemico, saltando il primo passaggio epatico e svincolandosi da eventuali interferenze gastrointestinali. Semplice da utilizzare, non richiede l’intervento di personale medico per la somministrazione. Si inserisce all’interno della vagina secondo le istruzioni del ginecologo/a, solitamente vicino alla cervice, per poi essere rimosso tre settimane dopo.  Normalmente non interferisce con l’attività sessuale. Come la pillola si può assumere dopo un controllo medico e si acquista in farmacia con
la prescrizione medica ed è un metodo anticoncezionale sicuro. Indice di fallimento: o,2-0,8/100*

La spirale o I.U.D (Intra Uterine Device) è un dispositivo intrauterino. E’ uno strumento contraccettivo e intercettivo: esso impedisce la fecondazione, oppure, laddove questa sia avvenuta, ostacola l’annidamento dell’embrione nell’endometrio. Si tratta di un piccolo supporto in plastica avvolto da un filo di rame (da qui il
nome spirale) che viene inserito nell’utero, tramite una piccola cannula
flessibile. A causa del rischio di infezioni, la spirale è sconsigliata a donne che
non hanno ancora avuto bambini (in rarissimi casi può provocare
infertilità), donne predisposte a infezioni genitali e donne che
accusano abbondanti perdite durante il ciclo mestruale. Richiede un’accurata igiene della donna e del partner per minimizzare i rischi di infezione. La Spirale può essere inserita soltanto dal ginecologo/a. Uno stesso dispositivo può essere utilizzato per una durata dai 2 ai 5 anni e rimosso in qualsiasi momento dal ginecologo/a. Di recente sono state messe in commercio spirali che permettono un rilascio graduale di progesterone;
questo ormone (rilasciato naturalmente dal corpo luteo durante la sua
maturazione) altera la formazione dell’endometrio stabile e di
conseguenza anche le condizioni di fecondazione dell’ovulo. Fin dai primi giorni la Spirale garantisce una protezione contraccettiva molto elevata. Indice di fallimento: o,4-0,8/100*

Il diaframma è un metodo a barriera che blocca l’introduzione degli spermatozoi nella cervice creando una barriera davanti all’apertura dell’utero. E’ una semisfera di gomma soffice dotata di un anello flessibile in gomma a forma di ‘O’ che la manitene fissa contro la cervice. Va inserito nella vagina poco prima del rapporto per poi essere rimosso 6-8 ore dopo l’ultima eiaculazione maschile. Si usa normalmente in combinazione con gli Spermicidi. Ogni diaframma, a seconda del materiale di cui è fatto, può essere utilizzato con accurata pulizia più volte e può durare da sei mesi fino a due anni in condizioni di impiego normali. Si acquista in farmacia, con prescrizione medica. Deve essere adatto alle caratteristiche anatomiche della donna che lo utilizza, per questo le misure devono essere prese precedentemente dal medico, che deve istruire la donna su come inserirlo. Indice di fallimento: 3-15/100*

 

I MENO EFFICACI :

Coito interrotto consiste nell’estrazione del pene dalla vagina immediatamente prima della eiaculazione maschile. Non è in grado di offrire una sufficiente sicurezza dal momento che, non solo richiede un perfetto autocontrollo da parte dell’uomo durante il rapporto che è difficile da avere (la sua azione deve infatti essere tempestiva), ma soprattutto perché nel corso del rapporto sessuale è sempre probabile la fuoriuscita di spermatozoi dal pene anche prima dell’eiaculazione maschile. Indice di fallimento: 10-25/100*

Metodo di Ogino-knaus è un metodo di riconoscimento della fertilità, consiste in un’astensione dai rapporti sessuali nel periodo di maggiore fertilità della donna, cioè nei giorni immediatamente precedenti e successivi l’ovulazione (tra il 7° ed il 18° giorno del ciclo mestruale). Dal momento che calcolare e individuare questo periodo è molto difficile (poiché la durata del ciclo è estremamente variabile e dipende da fattori esterni), questo metodo non è in grado di offrire una sufficiente sicurezza. Indice di fallimento: 14-40/100*
 
Metodo Billings è un metodo di riconoscimento della fertilità, consiste in un’astensione dai rapporti sessuali nel periodo in cui il muco cervicale (secrezione che proviene dal collo dell’utero) perda la sua elasticità. E’ un metodo difficile da applicare perché richiede una perfetta conoscenza del proprio corpo; inoltre a mutare l’aspetto del muco possono intervenire fattori indipendenti dall’ovulaizone (es. un’infezione). Per questo non è in grado di offrire una sufficiente sicurezza. Indice di fallimento: 3-22/100*
 
La temperatura basale è un metodo di riconoscimento della fertilità, consiste in un’astensione dai rapporti sessuali nel periodo in cui la temperatura corporea scende improvvisamente e poi sale in corrispondenza dell’ovulazione. E’ estremamente difficile individuare tale periodo, anzitutto perché richiede una quotidiana misurazione della temperatura basale con appositi termometri alla stessa ora, poi perché la temperatura corporea può essere alterata da molti fattori. Non è in grado di offrire una sufficiente sicurezza. Indice di fallimento: 8-15/100*
 
Spermicidi sottoforma di preparati (creme, schiume, candelette) contengono una sostanza chimica in grado di distruggere gli spermatozoi. Si applicano nella vagina e intorno alla cervice uterina. Il rapporto sessuale deve avvenire entro un certo tempo dall’applicazione. Possono facilmente provocare reazioni allergiche e abrasioni. Non sono in grado di offrire una sufficiente sicurezza, per questo normalmente si utilizzano insieme a metodi a barriera. Indice di fallimento: 5-20/100*
 

 

About liberetutte

Il Collettivo Femminista Sommosse Perugia nasce nel febbraio 2008 da un gruppo di donne e lesbiche che sentono sulla propria pelle la stretta familista clericale e sessista dell’ultima Italia. E’ una storia di R-esistenze individuali e condivise alla violenza sistemica, verso la liberazione dei corpi e del desiderio!

This entry was posted in consultoria: sesso, contraccezione e dintorni and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *