Gli ospedali che distribuiscono la RU486 in Italia: l’Umbria ancora aspetta

In UMBRIA a distribuire la RU486 sono gli ospedali di ORVIETO e NARNI:

ORVIETO Località Ciconia – 05018 Orvieto, tel. 0763 3071 http://www.asl4.terni.it/mediacenter/fe/articoli/ospedale-di-orvieto.html

NARNI Via dei Cappuccini Nuovi n. 3 – 05032 Narni, tel: 0744 7401 http://www.asl4.terni.it/mediacenter/FE/CategoriaMedia.aspx?idc=63&explicit=SI

Tuttavia, è ancora controverso l’iter di utilizzo della pillola abortiva RU486 in Umbria: attualmente, a due anni dalla presa d’atto della Regione Umbria delle linee-guida del comitato tecnico-scientifico in favore del day hospital, quest’ultimo non è possibile. Per seguire le vicende e le battaglie per il diritto all’aborto farmacologico in Umbria: http://de-genere.blogspot.it/

Ecco dove puoi trovarla nelle altre regioni:

REGIONE
CITTA’
OSPEDALE
PIEMONTE
Torino
S. Anna
LIGURIA
Genova
Villa Scassi S. Martino
LOMBARDIA
Milano
Buzzi, Mangiagalli, Niguarda, S. Paolo, Melloni
TRENTINO ALTO ADIGE
Trento
S. Chiara
VENETO
Padova
Policlinico
EMILIA ROMAGNA
Bologna
Opedale Maggiore
EMILIA ROMAGNA
Guastalla
Ospedale di Guastalla
EMILIA ROMAGNA
Reggio Emilia
AziendaOspedaliera
EMILIA ROMAGNA
Carpi
Ausl Carpi
EMILIA ROMAGNA
Ferrara
S. Anna, Delta
EMILIA ROMAGNA
Lugo
Azienda Ospedaliera
EMILIA ROMAGNA
Perma
Az. Ospedaliera Parma (Ospedale Maggiore)
TOSCANA
Firenze
Careggi, San Giovanni di Dio, S. Maria Annunziata

Per accettazione 194: Osp. Palagi

TOSCANA
Pontedera
Ospedale Lotti
TOSCANA
Volterra
Ospedale di Volterra
TOSCANA
Poggibonsi
 Ospedale di Poggibonsi
TOSCANA
Valdarno
Ospedale di Valdarno

Accesso libero il martedì mattina dalle 9 alle 12. Tel 055 9416429

LAZIO
Roma
S. Camillo
Tutti i giorni
LAZIO
Anzio
Ospedale di Anzio
MARCHE
Ancona
Ospedali Riuniti
CAMPANIA
Napoli
II Policlinico

Via Pansini 5 -Centro IVG

CALABRIA
Reggio Calabria
Azienda Ospedaliera
CALABRIA
Lamezia Terme
Presidio Ospedaliero
PUGLIA
Canosa
Ospedale di Canosa
PUGLIA
Bari
Policlinico
PUGLIA
Lecce
Vito Fazi
SARDEGNA
Cagliari
S. Giovanni di Dio
SARDEGNA
Sassari
Policlinico

Fonte Vita di Donna Onlus

Posted in 194 e dintorni, consultoria: sesso, contraccezione e dintorni, generale | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

#save194_non permettere a nessuno di decidere per te

Il 20/06/12 la Corte Costituzionale esaminerà la costituzionalità della legge che dal 1978 sancisce e regolamenta il diritto all’interruzione di gravidanza; la richiesta di tale procedimento è arrivata da un giudice di Spoleto, chiamato a pronunciarsi su un caso molto delicato relativo ad una richiesta di interruzione di gravidanza da parte di una minorenne.

Il giudice minorile ha utilizzato questo caso per sollevare un incidente di costituzionalità relativa all’articolo 4 della 194/78 rispetto ad alcune indicazioni della Corte Europea sui diritti degli embrioni. Non solo, ma anche riguardo ad altri articoli il giudice ha ritenuto di chiedere l’intervento della Corte perché a suo avviso sarebbero in contrasto con i principi della Costituzione vigente nel nostro paese.

Questo è solo l’ultimo di una serie di attacchi gravissimi all’autodeterminazione delle donne.

> La legge 40 sulla procreazione assistita, che legalizza una serie di ingerenze sui corpi delle donne e sulle loro scelte genitoriali con effetti devastanti tra l’altro sulle coppie che desiderano figli;

> Le proposte nel Lazio e in Piemonte di introdurre nei consultori personale del Movimento per la Vita, esautorandoli in questo modo della loro funzione laica a tutela della salute delle donne;

> Depauperazione dei consultori attraverso tagli economici ingenti;

> Difficoltà sempre maggiori nella erogazione della Ivg nelle strutture pubbliche a causa di percentuali altissime di obiettori di coscienza;

> Ostruzionismo politico che ha reso difficoltosa l’introduzione della RU846 (interruzione di gravidanza farmacologica, senza necessità di intervento chirurgico);

> Difficoltà di accesso alla contraccezione di emergenza (cosiddetta pillola del giorno dopo);

> Costanti manifestazioni ed iniziative di varia natura di associazioni pro-life che vorrebbero l’abrogazione della 194/78 e che mirano a stigmatizzare le scelte delle donne arrivando a definirle “assassine”


Legge 194/78 : cosa c’era prima?

La legge ha avuto l’effetto di diminuire sia la percentuale di aborti (in Europa siamo alle ultime posizioni), sia le morti di donne che si affidavano, spesso dietro compenso economico, a persone che eseguivano quello che doveva essere un vero e proprio intervento chirurgico in anestesia, tramite ferri da calza, beveroni a base di piante, e stampelle. Altre donne facevano da sé, provocandosi lesioni permanenti all’apparato genitale o addirittura la morte. Quelle che se lo potevano permettere andavano in costose cliniche estere. Altre ancora si rivolgevano, sempre in clandestinità, a reti di persone costituitesi spontaneamente (e legalmente perseguite quando scoperte: arrestate e processate) per permettere alle donne di abortire “in sicurezza” e senza pagare. Altre ancora, temendo per la propria vita o di finire in carcere, portavano a termine, con le ovvie conseguenze fisiche e psicologiche che chiunque può immaginare, una gravidanza che non volevano proseguire (ed un parto, non dimentichiamolo), imposta loro dallo Stato.

Cosa accadrebbe se venisse abrogata o limitata?

Il ritorno all’illegalità, e alla clandestinità. Per una scelta genitoriale consapevole occorrono corsi di di educazione sessuale (che non ci sono), accesso libero ed informato alla contraccezione preventiva e d’emergenza (che non c’è), fondi (sostituiti da ingenti tagli) ai consultori. In questo modo si dovrebbe riuscire ad abbassare ulteriormente l’occorrenza di gravidanze e genitorialità non desiderate.

da femminismo a sud

Posted in General | Leave a comment

Sab 16 giugno 2012_Bella Queer presenta INTERSEX

BELLAQUEER PRESENTA INTERSEXSabato 16 giugno 2012 serata conclusiva della rassegna queer BELLA QUEER PERUGIA presenta

INTERSEX_Serata evento sullintersessualità

presso:

Casa dell’Associazionismo, Via della Viola 1, Perugia

INGRESSO GRATUITO

h 18:30

◢ Proiezione documentario “Intersex Genital Mutilation” (durata 11 min.)

◢ Incontro con Michela Balocchi (sociologa e attivista)

◢ Dibattito aperto

____

h 21:00

◢ Aperitivo a buffet 5 euro e Drink 1 euro (parte dell’incasso sarà devoluto al progetto intersex)

◢ Perfomances & Music DJ set ElektroGiuMax + TOPA Trash (1st session Lounge/Chillout/Indie/Elettropop – 2nd session Dance/Electro/Tribal House – 3rd session Revival 80’/90′)

_____

http://www.ilga-europe.org/home/news/latest_news/intersex_forum

MICHELA BALOCCHI
Dottora di Ricerca (Ph.D.) in Sociologia e Sociologia Politica, è docente a contratto presso l’Università di Firenze. Da tre anni presso l’AOUC è docente per alcuni corsi di formazione rivolti ai dipendenti sanitari e amministrativi. Nel 2009 ha iniziato, in modo del tutto autonomo e autofinanziato, una ricerca sociologica con impronta interdisciplinare sulla medicalizzazione delle persone intersessuali e un anno dopo ha ideato e organizzato il primo convegno multidisciplinare non medico su L’intersessualità nella Società Italiana presso la sede del Consiglio Regionale della Toscana. Grazie ad una borsa ILGA Europe ha fatto parte del primo Intersex Global Forum tenutosi a Brussels nel settembre 2011. Ha pubblicato numerosi saggi sulle disuguaglianze di genere, sulla rappresentanza di genere in politica, sulle nuove forme di democrazia partecipativa e sulle questioni legate ai diritti delle persone intersex.

per info e curiosità:

gruppo Facebook Bella Queer Perugia http://www.facebook.com/groups/247115255380721/

l’evento su FB http://www.facebook.com/events/350537355014318/

e-mail bellaqueer@inventati.org

 

Posted in General | Leave a comment

Dom 10/06/2012 BELLA QUEER incontra BUZZ INTERCULTURA!

BELLA QUEER il Cineforum Queer di Perugia BELLA QUEER PERUGIA incontra BUZZ INTERCULTURA!

incontra:BUZZ INTERCULTURA
la rassegna di cinema e media a tematica lesbica, gay, bisessuale, transessuale, queer di Roma che presenta film inediti in Italia, in lingua originale e sottotitolati in italiano!h. 20 aperitivo
h. 21 presentazione del progetto e proiezioni:

“Somos diversos” (Perú 2008, 1′)
Pubblicità andata in onda a tappeto sulle televisioni pubbliche peruviane contro la discriminazione di lesbiche, trans, gay e lavoratrici del sesso.

“Spot contra Homofobia Ministerio de Salud y Deportes Bolivia” (Bolivia 2008, 43”)
Spot contro l’omofobia, la lesbofobia e la transfobia a cura del Ministero della Sanitá boliviano.

“Un beso es un beso” (Uruguay 2008, 43”)
Spot contro l’omofobia e la lesbofobia uruguaiano.

“All you need is love” ( E. Onneken, Germania 2010, 95′) 
GENERE: Commedia LINGUA ORIGINALE: Tedesco SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)
Hans, studente di architettura a Berlino, convive con il suo compagno Nicky e decidono insieme che è giunto il momento di unirsi civilmente, quindi scrive una lettera alla madre, Catherina, dicendo che vuole sposarsi e che lo vuole fare nel posto in cui è nato e in cui vive la madre, un villaggio Alpino in Bavaria. Visto che Catherine non ha mai visto Nicky, ritiene che sia un nome di donna e quindi cade dalle nuvole una volta che il figlio gli presenta la vera identità del suo futuro marito… Una commedia romantica, leggera e piacevole; un esempio di come si possa parlare in modo umoristico dell’argomento omosessualità senza scadere nella presa in giro.

*

presso
MACADAM vial del Cortone 9, Perugia

**

INGRESSO GRATUITO

***

per info e curiosità
bellaqueer@inventati.org
http://www.facebook.com/groups/247115255380721/
www.buzzintercultura.blogspot.it

http://www.facebook.com/events/273194486111768/

Posted in General | Leave a comment

Bella Queer! Cineforum queer di Perugia_Programma di maggio 2012!!

Dopo il successo della programmazione marzo-aprile, ecco i nuovi appuntamenti di maggio!

Mercoledì 09/05

“Even cowgirls get the blue” (Gus van Sant, USA 1994)
Mercoledì 16/05

CORTI QUEER + LABORATORIO “TEST A TEST”
Corti:
“TODO EL MUNDO VEE PORN
O” (2′, SPAGNA 2007)
“UN BEU JOUR, UN COIFFEUR” (11′, FRANCIA 2004)
“ROCK BOTTOM” (22′, USA 22′)
CAMPAGNA DI PREVENZIONE DELL’AIDS (1′, Cile 2009)
JORGE LANATA PARLA DELL’ARCIVESCOVO DELLA PLATA 3′
tratti da: http://www.buzzintercultura.blogspot.it/
Laboratorio “Test a Test”:
Laboratorio di lettura, rilettura e discussione dei test sul desiderio “Smaschieramenti”. Riporta il tuo test, ti dirà cosa vuoi!
trovi qui il test: http://smaschieramenti.noblogs.org/gallery/5383/SMASCHIERAMENTI_QUESTIONARIO_09072008.pdf

Mercoledì 23/05
“Glue – Historia adolescente en medio de la nada” (A. Dos Santos, ARGENTINA 2006)

*

presso:
Consulta degli Immigrati, Via Imbriani 2 PERUGIA
(in fondo a via Alessi sulla sinistra!)

h 20 aperitivo 
h 21 proiezioni 

INGRESSO GRATUITO!

per info e curiosità:
bellaqueer@inventati.org
http://www.facebook.com/groups/247115255380721/

vedi lo spot: http://www.facebook.com/photo.php?v=2724752698178

Posted in General | Leave a comment

Amelia 28/04/12_ Apertura Sportello Donna!

Posted in General, generale, Utili Anti-Violenza | Leave a comment

Bella Queer! Cineforum queer a Perugia!

Dal 21 marzo 2012 ritorna il Cineforum Queer di Perugia! 

Bella Queer! Non è soltanto un cineforum, ma uno spazio di confronto e sperimentazione sul genere e il desiderio, gli stereotipi, le identità, le etichette, gli immaginari.

Mercoledì 21/03/2012
I ragazzi stanno bene (L. Chodolenko, USA 2010)

Mercoledì 04/04/2010
Tom boy (C. Sciamma, FRANCIA 2011)

Mercoledì 18/04/2012
Priscilla, la regina del deserto (S. Elliot, AUSTRALIA 1994)

Mercoledì 09/05/2012
Programmazione aperta…

h 20 aperitivo
h 21 proiezioni

presso: Consulta degli immigrati, Via Imbriani 2, Perugia

INGRESSO GRATUITO

per info e curiosità: bellaqueer@inventati.org
Tenetevi forte… E’ ORA DEL QUEER!

Questo è lo spot del Bella queer!


vedi lo spot!!

Posted in General | Leave a comment

Feminist Blog Camp_Torino28/29/30Ottobre

A Torino, presso l’Askatasuna, il 28/29/30 ottobre potrete partecipare al Feminist Blog Camp (http://feministblogcamp.noblogs.org). Una tre giorni di condivisione, seminari, workshop, proiezioni, dibattiti, musica, arte, spettacoli, reading, cultura, di info tecniche, confronti sul desiderio e la sessualità, precarietà, migranti e molto altro. L’iniziativa è totalmente autofinanziata e sarà realizzata dalle e dai partecipanti all’insegna dell’autogestione. Potrete trovare da dormire presso l’Askatasuna (http://www.csoaskatasuna.org/) in modo assolutamente gratuito (portate un sacco a pelo) e potrete contribuire o fruire della cucina organizzata dalle e dagli stess* partecipanti. Il Feminist Blog Camp è un evento che nasce dall’idea di blogger femministe e blogger disertori (del patriarcato) che costituiscono già una rete di attivismo antisessista nel web. E’ aperto a tutti e tutte, anche a chi non ha un blog. Il Feminist Blog Camp è immaginato, costruito, programmato in un confronto aperto e partecipativo attraverso l’uso di una mailing list di coordinamento delle e dei blogger. Coinvolge tante persone tutte egualmente meritevoli di aver assolto la funzione di aver determinato stimoli culturali contro la cultura sessista e autoritaria che costringe in più modi i corpi delle donne e quelli degli uomini che non vogliono assolvere ai ruoli imposti.

Se avete un blog, un sito, uno spazio online potete iscrivervi alla mailing list di coordinamento: http://www.autistici.org/mailman/listinfo/blogfemministi

Se volete contribuire, proporre, partecipare, chiedere informazioni o segnalare il numero dei partecipanti per consentirci di organizzare i luoghi in cui si dormirà, potete scrivere a feministblogcamp[chiocciola]grrlz[punto]net

Se siete su facebook potete trovarci qui: http://www.facebook.com/FeministBlogCamp?ref=ts

Su Twitter: http://twitter.com/#!/FemBlogCamp

Il Wiki (lo strumento di elaborazione collettiva e di scrittura partecipata di costruzione del Feminist Blog Camp): http://www.inventati.org/femblogcamp/

Il numero telefonico per contatti con i giornalisti e le giornaliste: 3425510325

Per dormire scrivi a: leonardi_daniela[chiocciola]hotmail[punto]it

Mandaci un contributo per le spese di autofinanziamento su conto postepay: Intestare a Camilla Rebora n° 4023 6006 0997 8681

Posted in General | Leave a comment

Ladyfest Roma 16-18 settembre 2011

LADYFEST ROMA *16*17*18 SETTEMBRE 2011

Tutte le info e il programma completo

La LadyFest è un happening di culture Queer e Femministe
che si tiene ogni anno in tutto il mondo,
sarà a Roma nella sua seconda edizione
dal 16 al 18 Settembre
al centro sociale La Torre in via Bertero 13.
La LadyFest_011 metterà al centro l’esplorazione degli immaginari legati ai corpi e alla sessualità, alla ricerca del punto di rottura della norma e del suo rovesciamento: dall’immaginario preconfezionato e disciplinante del potere al potere sovversivo e gioioso degli immaginari liberati. Lo faremo attraverso laboratori, performance, momenti di confronto, spettacoli, mostre, concerti, cui parteciperanno attiviste e artiste italiane e straniere. Ci sarà anche uno spazio LadyBaby dedicato alle bambine e ai bambini in modo che anche le mamme e i papà possano facilmente partecipare. Per chi viene da fuori e per chi ha voglia di viversi il festival non stop e di moltiplicare i momenti di socializzazione, sarà allestito un campeggio D.I.Y. nel parco della Torre dalla notte di giovedì 15 a quella di domenica 18.
Per informazioni scrivere a ladyfest-roma@inventati.org
Posted in eventi, generale | Leave a comment

RU486: sì al day hospital adesso!

Dopo mesi di battaglie per l’ottenimento del day hospital come regime di somministrazione della RU in Umbria arrivano le linee guida regionali e subito le prime polemiche e i gli ennesimi tentativi di un ridicolo quanto anacronistico boicottaggio dei diritti delle donne. 

Non staremo ad aspettare che qualcun altr@ decida per noi qual è il nostro benessere, con una retorica sulla nostra “sicurezza” che ci vuole incoscienti e bisognose di tutela. Ci sentiamo sicure senza preti, padri, papponi e protettori, quando abbiamo piena facoltà di scelta sul nostro corpo, come usarlo, come trarne piacere, dove portarlo, quando abbandonarlo, quando possiamo decidere sul nostro presente e programmare il nostro futuro!

Sulla nostra salute nessun compromesso! Sulle nostre vite decidiamo noi! E vogliamo farlo adesso!

 

Comunicato stampa
SI al Day-hospital in Umbria per la pillola abortiva RU 486
Il 26 Luglio 2011 la Regione Umbria si è finalmente espressa a favore del day hospital per la somministrazione della pillola RU486 per l’interruzione volontaria di gravidanza, dopo un anno esatto dal parere favorevole del comitato tecnico-scientifico nominato dalla regione stessa.
Ci è voluto tanto tempo per arrivare a questa delibera, che sembra più attenta a preservare certi equilibri politici che i diritti e la salute delle donne, dato che il Day-hospital non viene indicato, ancora, come una decisione definitiva ma si tratta di una sperimentazione di un anno.
Evidentemente l’Interruzione Volontaria di Gravidanza è un’argomento  che incute ancora terrore e genera ricatti politici, sebbene siano passati oltre trent’anni dalla vittoria del referendum del 1978 e della legge 194.
Come l’Europa dimostra, il day-hospital – e non i tre giorni di ricovero obbligatorio – è l’unica modalità che garantisce un libero ed incondizionato accesso alla pillola RU486 come modalità alternativa all’aborto chirurgico, realizzato in anestesia totale, più invasivo e pericoloso. La salute della donna è maggiormente tutelata dall’immediata presa in carico da parte dell’ospedale, che garantirà dal primo al quattordicesimo giorno di trattamento la continuità assistenziale con il regime di Day Hospital
I continui attacchi al diritto all’aborto risuonano dagli angoli più oscurantisti del cosiddetto movimento per la “vita” e dagli opportunismi della politica, che dovrebbe prendere esempio, invece, dall’esperienza europea di oltre venti anni.
Quello di oggi è un risultato importante, anche se parziale, per i diritti delle donne nella nostra regione, ottenuto nonostante le forti pressioni clericali e conservatrici e soprattutto grazie ad un anno di lotte del movimento femminista nelle piazze di Perugia e Terni. Solo il coinvolgimento diretto di tante realtà e associazioni di donne presenti sul territorio e nei consultori ha permesso di cancellare le prese di posizione di personaggi come Brega, dei teo-dem e del cattolicesimo più oscurantista.
Non è rispettoso nei confronti delle donne sminuire e strumentalizzare politicamente un percorso fisico e psicologico personale così intimo e delicato come l’aborto. Il Day Hospital è la modalità per non ostacolare tale percorso e per tutelare la salute delle donne, preservandole anche dalla sempre più opportunistica diffusione -negli ospedali pubblici!- dei medici “obiettori”, che di fatto ostacolano le donne nell’esercizio reale dei propri diritti.
Questa delibera della Regione Umbria rappresenta un passo avanti rispetto alla possibilità per tutte le donne, di gestire il proprio corpo in modo consapevole ed autonomo e scegliere la propria eventuale maternità liberamente e fuori dai diktat clericali. La libera scelta deve essere garantita a tutte le donne che – nel nostro paese fortemente influenzato dalle pressioni politiche del Vaticano – vedono continuamente calpestati i propri diritti all’autodeterminazione.
L’ASSEMBLEA FEMMINISTA UMBRA
(De’Genere Terni – Civiltà Laica Terni – L’albero di Antonia Orvieto – Le Sommosse Perugia)
Posted in General | Leave a comment